Progetti eccezionali

Hilti non si occupa solo della produzione di attrezzature e sistemi per il settore dell’edilizia, ma partecipa alla realizzazione di alcune delle più prestigiose strutture al mondo. Ecco alcuni esempi delle nostre più recenti collaborazioni.

Shinkansen, Asia

Massima velocità per il treno-proiettile in Giappone

Poter collaborare ad un progetto che ha come caratteristica la velocità, l’efficienza e la sicurezza, è per noi un ulteriore successo.

Stamo parlando del famoso “treno-proiettile” giapponese, all'interno della “Shinkansen”, rete ferroviaria ad alta velocità di circa  2.600 km, sulla quale i treni raggiungono velocità fino ai 320 km/h.

151 milioni di passeggeri all’anno usufruiscono della Tōkaidō Shinkansen, la linea ferroviaria più frequentata al mondo, che collega Tokyo ad Osaka. Si consideri che ogni treno è composto da 16 convogli per un totale di 1,323 posti a sedere e, negli orari di punta vengono movimentati fino a 13 treni l’ora.

La puntualità dei treni della rete Shinkansen è leggendaria: si stima che i ritardi ammontino solamente ad alcuni secondi l’anno. Questo grazie anche alla robusta tecnologia e agli eccezionali standard di manutenzione e di assistenza tecnica, in cui Hilti è coinvolta come collaboratore d'eccellenza.

In questo contesto entra in campo un'assistenza ed un supporto tecnico altamente efficienti. Gli interventi di manutenzione avvengono infatti all'interno di una finestra temporale molto ristretta, tra l’ultimo treno della sera ed il primo del giorno successivo.

 

Il team di vendita di riferimento offre un costante servizio di consulenza all’azienda che si occupa della manutenzione, la Rent Corporation, supportandola nella scelta dei migliori prodotti per ogni applicazione. L’avvitatore a impulsi a batteria SIW 22 T-A, ad esempio, assicura performance eccezionali in un tempo molto breve. “Offre grande flessibilità, lunga autonomia della batteria, ricarica rapida, peso ridotto e affidabilità totale”, spiega Nobuaki Isshiki, vicedirettore generale di Rent Corporation per il Giappone orientale.

Oltre a fornire i prodotti più adatti, Hilti offre anche una serie di soluzioni commerciali, tra cui l’opzione di acquistare o noleggiare i prodotti a seconda delle esigenze. “Per grandi clienti come Shinkansen effettuiamo anche servizi di Fleet Management attraverso la gestione della flotta attrezzi” aggiunge Hidekazu Takahashi, Key Account Manager della Business Unit Hilti che si occupa di noleggio a lungo termine in Giappone.

“Si tratta di un progetto appassionante”, prosegue. “Shinkansen collega già le maggiori città delle isole di Honshu e Kyushu, e si prevede che ulteriori collegamenti includeranno anche l’isola di Hokkaido. Sarà straordinario poter far parte anche di questo ulteriore sviluppo.”

Laboratorio MAX IV, Europa

Un contributo al progresso della scienza in Svezia

Siamo orgogliosi di aver contribuito alla realizzazione del nuovo laboratorio MAX IV presso l’Università di Lund, in Svezia, struttura leader che ospita il maggiore progetto infrastrutturale di ricerca di tutti i tempi.

Il MAX IV è stato realizzato in 5 anni ed ultimato con successo nel settembre 2015. La produzione di luce inizierà, secondo programma, il giorno del solstizio estivo, scelta non casuale.

In ambito scientifico, l’Università di Lund è sinonimo di eccellenza nell'ambito della chimica, della fisica, della medicina e dell’ingegneria meccanica. Ospita inoltre il MAX-lab, che accoglie scienziati da tutto il mondo che giungono qui per poter condurre ricerche in campi che vanno dall’archeologia alle nanotecnologie alla spettroscopia fotoelettronica.

MAX IV è il MAX-lab di nuova generazione: ospita 28 linee di luce, 19 stazioni sperimentali e fino a 2.000 ricercatori l’anno.  

Con una capacità doppia rispetto ai precedenti laboratori (MAX I, MAX II e MAX III), per la realizzazione della struttura sono state utilizzate alcune tra le tecnologie più avanzate e sono stati adottati standard di sicurezza rigorosi, idonei ad un centro di ricerca di così elevato livello.

Per la realizzazione di tale struttura hanno operato in joint-venture le società Peab e Wihlborgs, rivolgendosi ad Hilti per ciò che riguarda i sistemi di misurazione, di ancoraggio, di fissaggio e di installazione, nonché per il supporto tecnico-ingegneristico.

 

Abbiamo partecipato quindi allo sviluppo del progetto con un team di tecnici ed ingegneri altamente qualificati, fornendo soluzioni innovative per quanto riguarda in particolare i sistemi di installazione. Abbiamo collaborato inoltre con Imtech Nordic all’installazione dei sistemi di riscaldamento, di scarico, di protezione antincendio e di processo. In un edificio la cui stabilità è messa straordinariamente alla prova, tutti i sistemi necessitavano di un’impeccabile protezione contro vibrazioni e rumore.

Le travi, ad esempio, sono state predisposte utilizzando utensili Hilti, con un considerevole guadagno in termini di velocità ed efficienza. Come spiega Krister Andersson, Project Manager di Imtech Nordic: “Le travi erano già tagliate, marchiate e divise in sezioni, il che ci ha consentito di risparmiare il 30% del tempo.”

La realizzazione è avvenuta in due fasi differenti. Nella prima fase si è proceduto con la costruzione di un tunnel di 420 metri di lunghezza, largo 10 metri, con muri in calcestruzzo di spessore fino a 2 metri, per ospitare l’acceleratore lineare/sincrotrone. Nella seconda fase si è proceduto nella realizzazione vera e propria del nuovo laboratorio, un edificio circolare con soffitti di 12 metri e circonferenza di 650. Tra le strutture realizzate vi sono inoltre un nuovi uffici tecnici e un nuovo centro visitatori, per un totale di una ventina di edifici, per una superficie di 50.000 m². 

Grazie all’investimento nel MAX IV, la zona di Lund in Svezia vedrà la nascita di un nuovo distretto, con nuove imprese, e nuovi visitatori. A costruzione ultimata, nel nuovo distretto cittadino, si stima che lavoreranno e vivranno circa 50.000 persone.

È per noi una grande soddisfazione far parte di qualcosa di così grande, soprattutto all'interno di un progetto di assoluta eccezionalità quale il MAX IV.

US Bank Stadium, Stati Uniti

Uno stadio straordinario per i Minnesota Vikings 

Definire uno skyline urbano è sempre un’esperienza emozionante. Questo progetto lo è stato particolarmente in quanto, oltre al ridelineare il profilo di Minneapolis, ha modificato la scenografia di uno degli sport più popolari negli Stati Uniti.

L’US Bank Stadium è la nuova, straordinaria dimora dei Minnesota Vikings, scelto anche come sede del Super Bowl LII del 2018, nonché dei Final Four di basket maschile NCAA del 2019. E anche in questa occasione i nostri prodotti hanno contribuito a questa straordinaria opera ingegneristica.
 
Con un altezza equivalente a più di 30 piani, l’US Bank Stadium è ubicato nel centro di Minneapolis; grazie ad una progettazione innovativa è in grado di ospitare 73.000 spettatori, 131 suite, 8.000 posti club, 430 spazi in licenza, un museo dei Vikings e una Hall of Fame. Il tetto e alcune facciate sono trasparenti e obliqui, i pannelli-finestra frontali sono mobili e consentono al pubblico di godere al meglio delle partite anche di nelle giornate piovose, senza rinunciare alla luce naturale e ad un panorama mozzafiato.

Il progetto, da 1,1 miliardi di dollari, ha richiesto fin dall’inizio l’utilizzo dei prodotti Hilti. Noi abbiamo deciso di offrire di più: tecnologie, servizi, competenza e team dedicati.

 

Quando si tratta di grandi progetti, non è mai troppo presto per prendere parte... alla partita. Abbiamo perciò messo prontamente all’opera i nostri team per poter costruire solide relazioni con i decision maker. La collaborazione già in atto con gli architetti HKS e i costruttori Mortenson, hanno reso ancora più facile la cooperazione con i diversi team del progetto.

Occorreva conoscere tutti appaltatori del cantiere e le loro applicazioni, per poter capire le diverse esigenze e poter quindi consigliare la giusta soluzione per ogni applicazione.

Curt Lehman, Regional Manager Hilti, sottolinea: “Con oltre 100 diversi appaltatori al lavoro, sapere sempre ‘chi è chi’ è stato molto difficile, ma fondamentale.”

Quanto alla fase di realizzazione vera e propria, abbiamo fornito tutte le principali applicazioni antifuoco così come i sistemi di ancoraggio. Gli ancoranti HY 200 SafeSet si sono rivelati un tale successo nel progetto Vikings da essere scelti successivamente anche per gli stadi dei San Francisco Giants e degli Atlanta Falcons. 

Lo US Bank Stadium non rappresenta solo la possibilità di ospitare competizioni di alto profilo a livello nazionale. Tale struttura rappresenterà anche una risorsa per la città di Minneapolis, con una disponibilità di 365 giorni l’anno anche per eventi pubblici, come competizioni scolastiche o amatoriali, per  gli eventi culturali, per le convention d’affari e gli spettacoli musicali. Per noi di Hilti, un tale impatto sulla comunità in senso più lato, è il vero valore aggiunto.